IL CIOCCOLATO FA MALE AI CANI?

UN DOLCE PER UNA MORTE IMPROVVISA

Molte persone pensano che la cioccolata sia un piacere supremo, ma questo innocente ed ingrassante piacere può essere mortale per i cani. Un vivace Golden Retriever, trovando un sacchetto aperto di pezzi di cioccolata, li ingurgitò più rapidamente che potè. Il suo padrone, dette poco peso all’incidente e ripulì il pasticcio fatto dal suo cane. Quella sera stessa il cane collassò e morì. Qual’era stata la causa per cui un cane perfettamente in salute morisse così improvvisamente? un nuovo virus? No il disturbo era poco conosciuto, ma non di meno mortale: tossicosi da cioccolata o avvelenamento da cioccolata. La sostanza che è così venefica per i cani è la teobromide.
La taglia del cane ed il tipo di cioccolata sono i parametri che hanno maggior peso in un esito letale. Così la cioccolata non è un piacere che i proprietari di animali domestici dovrebbero distribuire ai loro fiduciosi ed affettuosi amici cani.
Il periodo delle feste è particolarmente pericoloso, quando grandi quantità di dolciumi e cioccolatini possono trovarsi in casa. Il cioccolato ha un gusto tentatore che sia gli animali domestici sia i loro padroni amano. Da quando i nostri cani sono spesso considerati membri della famiglia, è naturale dividere con loro le nostre gioie. Ma questa è una di quelle che deve essere messa fuori dalla loro portata.
Il Dr. John Sullivan, un tossicologo della University of Illinios Veterinary Medical School, dice che il problema della “tossicosi” può essere rilevante specie durante le vacanze quando la gente fa molti dolci con la cioccolata.
La cioccolata amara in polvere è la più pericolosa perchè contiene la più alta percentuale di teobromide per oncia (28,3 grammi) 400 mg per oncia comparata a 45 mg per oncia della cioccolata al latte. Generalmente i sintomi di tossicità compaiono quando vengono ingeriti 100 mg di Teobromide per ogni chilo di peso dell’animale. Così un barboncino di 4,5 chili può morire con l’ingestione di soli 28 grammi circa di cioccolato amaro.
Il prospetto sotto mostra la quantià tossica di cioccolato al latte e cioccolato amaro in polvere per i vari pesi dei cani. Quantunque questi mostrino i livelli potenzialmente letali, l’ingestione di quantità inferiori possono causare comunque considerevoli disturbi.
Quantità dannose di cioccolato:
peso
del cane
quantità di
cioccolato
al latte
quantità di
cioccolato
amaro
mg di
teobromide
2.3 kg
5 kg
10 kg
15 kg
20 kg
135 gr
270 gr
540 gr
600 gr
1400 gr
14 gr
28 gr
60 gr
100 gr
130 gr
200
400
900
1300
1800

 

I sintomi da avvelenamento da teobromide sono numerosi ed appaiono entro poche ore fino a 24 ore dall’ingestione della cioccolata.
La cioccolata permane nello stomaco dell’animale per lungo tempo. Appena essa viene assorbita nel sistema circolatorio l’animale presenta i seguenti sintomi:

– vomito
– aumento del ritmo respiratorio e del battito cardiaco
– diarrea
– tremore muscolare
– incontinenza urinaria
– convulsioni
– Iperattività
– coma

Non c’è antidoto per l’avvelenamento da teobromide.
La terapia è quella di sostenere le funzioni vitali di base dell’animale, prevenendo l’ulteriore assorbimento della cioccolata, sollecitandone l’eliminazione e trattando i sintomi. Se sono passate meno di due ore dall’ingestione, il primo passo da fare è indurre il vomito. Ciò dovrebbe sbarazzare il 70 % dl contenuto dello stomaco. Il cioccolato si può infatti sciogliere e formare una palla nello stomaco che può essere difficile rimuovere.
Se il cane ha mangiato una quantità che può essere tossica, non basta solo indurre il vomito.L’animale dobrebbe essere ospedalizzato finchè il malanno non sia passato. Il veterinario darà all’animale ripetute dosi di carbone attivo per rimuovere il veleno dall’organismo più velocemente e riducendo l’eccessivo assorbimento. I segni vitali (cuore e respirazione) devono essere accuratamente monitorati durante la terapia. Il miglior trattamento è comunque evitare l’accidentale ingestione: tenete i vostri cani lontano dalle tentazioni.
1) Mai lasciare la cioccolata incustodita alla portata dei vostri animali
2) Mai dare cioccolatini come premio
3) Mai dare per scontato che l’animale sta bene se ha vomitato dopo aver mangiato la cioccolata
La tossicosi da cioccolata è un vero e proprio killer, ma è un killer che si può prevenire. Se pensate che il vostro cane abbia mangiato una dose pericolosa di cioccolata, consultate immediatamente il vostro veterinario.

Advertisements

Una Risposta to “IL CIOCCOLATO FA MALE AI CANI?”

  1. ho un cane di piccola taglia 5 mesi,da qualche tempo mi preoccupa in quanto prima mangiava di buon appetito tutto da solo,ora sta giornate senza mangiare,nemmeno croccantini vuole,se glielo do io con le mie mani mangia altrimenti mi fa dannare,è molti iperattivo di carattere allegro giocherellone e vispo,in quello nn è cambiato i bisogni sono normali a parte che urina molto da un po,beve molta acqua,ho notato che ha una passione x le mele i mandarini carne a pezzetti piccoli e il pane con il latte sopratutto,ma ho paura che possa fargli male,lo preso che aveva 40 giorni,sverminato e tutto,sono preoccupatissima,cosa devo fare x rivederlo mangiare come prima,e sopratutto il pane con il latte posso darglielo tranquillamente? ringrazio della corese attenzione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: