Archivio per Coscienza

Lasciare il cane nell’auto? 1.200 euro di multa

Posted in Animali d'affezione, Benessere Animale, Cani, Diritti animali, Maltrattamento, Protezione animali with tags , , , , , , , , , on 5 maggio 2008 by avapa

La Corte di Cassazione oggi ha emesso una sentenza in difesa dei nostri amici a quattrozampe. E’ severamente vietato lasciare il proprio cane all’interno dell’abitacolo dell’automobile, anche solo per assentarsi un attimo per fare la spesa. La sentenza è stata emessa nei confronti di un padrone che aveva lasciato il suo cagnolino in macchina sotto il sole cocente: dentro c’erano più di 30 gradi.

La Corte di Cassazione ha sentenziato che questo padrone dovrà pagare una multa di 1.200 euro, per violazione dell’articolo numero 727 del Codice penale. Il cane era stato visto da un carabiniere aggirarsi all’interno del veicolo per cercare una zone d’ombra. L’agente lo aveva liberato, gli aveva dato da bere e poi ha denunciato il padrone.
I giudici lo hanno condannato, considerando reato “il tenere un cane in un luogo angusto per un lasso di tempo apprezzabile, senza che fosse necessaria la volontà di infierire sull’animale o che questo riportasse una lesione all’integrità fisica, potendo la sofferenza consistere in soli patimenti”.

Fonte:Hai sentito?

Annunci

Pordenone Vive nel Medioevo… Uniamoci alla Protesta

Posted in Benessere Animale, Cani, Canile, Eutanasia, Legge, Protezione animali with tags , , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 13 marzo 2008 by avapa

ImagesTime.com - Free Images Hosting

DALLA PARTE DEI RANDAGI

Fermiamo questa Assurdità, la dimensione economica non può sconfinare in un massacro! Invia la tua protesta…

Pordenone i cani randagi finiscono…

I cani randagi finiscono nel mirino. A lanciare una proposta shock è una amministrazione della Destra Tagliamento, il Comune di Vivaro che ha chiesto alla Regione di poter abbattere i cani randagi “custoditi” nei canili dopo un anno senza prospettive di adozione. Ma l’iniziativa potrebbe anche estendersi se altri Municipi della provincia dovessero seguire la stessa strada. In pratica l’altra sera nel corso del consiglio comunale è stato approvato un ordine del giorno che chiede all’amministrazione regionale una deroga alla legge 39 del 1990, una norma che cercava di prevenire e combattere il fenomeno del randagismo e istituiva l’anagrafe canina. La proposta è del capogruppo di minoranza del Comune di Vivaro, Walter D’Agnolo che l’ha motiva con le gravi difficoltà economiche attraversate dagli Enti locali. Il nostro Ente non è più in grado di pagare le spese ai canili per far soggiornare gli animali randagi – ha spiegato – visto che sono in forse anche i servizi essenziali destinati alle persone. Per questo motivo abbiamo chiesto di poter sopprimere i cani dopo un anno di soggiorno nelle strutture. Il documento ha subito sollevato un mare di polemiche in provincia a cominciare dalla Lav, la Lega antivivisezione. Il delegato pordenonese Guido Iemmi ha “minacciato” di spedire tutti in Procura.

Italia in lotta per una “Civiltà Collettiva”

sindaco@com-vivaro.regione.fvg.it protocollo@com-vivaro.regione.fvg.it

Agli Amministratori del Comune di Vivaro (PN)
Continua a leggere