Archive for the Legge Category

LEGGE SULLA VIVISEZIONE.

Posted in Allevamenti, Animali d'affezione, Animalisti, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cani, Civiltà, Diritti animali, Emergenza, Gatti, Iniziative, Legge, Protezione animali, Randagismo, Sfruttamento, soccorso animali, Vivisezione with tags , , , , on 20 gennaio 2012 by miacis

 

SE PASSA LA LEGGE SULLA VIVISEZIONE L’AIDAA RICORRERA’  CONTRO DI ESSA  ALLA CONSULTA.
 
 
Roma (19 gennaio 2012)
Ma quale lotta alla vivisezione?? Ma quale emendamento Brambilla?? Oggi la commissione referente della camera dei deputati ha votato il recepimento della direttiva europea sulla vivisezione e non contro la vivisezione. Il governo Berlusconi (in cui sedeva l’allora ministro on. Brambilla) ha inserito un emendamento unico (chiamato articolo 3bis) che non limita ne proibisce la vivisezione anzi la riconferma nei campi più tragici come quello per gli esperimenti bellici. Il quell’emendamento si legge che è vietato l’allevamento degli animali destinati alla sperimentazione (tranne quella bellica e per l’alta specializzazione medica) al comma c, ma tale comma (detto emendamento Brambilla) è parte integrante dell’articolo che permette la vivisezione e la sperimentazione animale per scopi scientifici.
Inoltre in Italia non è possibile rapire i cani e i gatti randagi da destinare alla vivisezione.

Continua a leggere

Più vicina la chiusura di Green Hill?

Posted in Allevamenti, Animali d'affezione, Animalisti, Benessere Animale, Cani, Civiltà, Diritti animali, Emergenza, Iniziative, Legge, Protezione animali, Sfruttamento, Vivisezione with tags , , on 20 gennaio 2012 by miacis

L’emendamento Brambilla va avanti: più vicina la chiusura di Green Hill

 

GEAPRESS – Approvato anche in Commissione Politiche Comunitarie. Dopo la Commissione Affari Sociali (vedi articolo GeaPress) , l’emendamento voluto dall’On.le Brambilla alla legge comunitaria (scarica emendamento), ha superato oggi l’esame della Commissione Politiche Comunitarie della Camera dei Deputati. Per la prossima settimana è previsto l’arrivo nell’aula di Montecitorio.

Continua a leggere

Calendario Incontri Referenti Colonie Feline

Posted in Ambiente, Animali, Animali d'affezione, Benessere Animale, Campagna di informazione, Colonie feline, Diritti animali, Fauna selvatica, Iniziative, Legge, Natura, Ovariectomia, Protezione animali, Sterilizzazione, valle d'aosta, Veterinari on 11 ottobre 2011 by avapa

Ddl Intercettazioni telefoniche: legge ammazza-blog

Posted in Campagna di informazione, Civiltà, Diritti Umani, Divieti, Iniziative, Legge, Petizioni, Protezione animali on 5 ottobre 2011 by avapa

Il Disegno di legge – Norme in materia di intercettazioni telefoniche etc., p. 24, alla lettera a) del comma 29 recita:

«Per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono.»

Wikipedia protesta attivamente oscurando il servizio con un comunicato che chiarisce le idee su questo inutile e antidemocratico disegno di legge. Libertà e Diritto all’informazione, cultura, spettacolo vengono difesi da centinaia di blogger scesi in piazza per dire no al Bavaglio incostituzionale che contrasta l’articolo 21 sulla libertà di informazione.
Nonostante le proteste il governo cosa fa? accelera i tempi sul provvedimento!
Un Paese che affonda sotto le decisioni di pochi, pochi rappresentanti di un popolo sofferente, impotente, difronte a questa falsa democrazia. BASTA, riprendiamoci l’Italia, facciamo sentire la nostra voce ogni giorno, uniti per riconquistare la nostra LIBERTA’!!!

COLONIE FELINE E CONDOMINIO

Posted in Abbandono, Animali d'affezione, Animalisti, Benessere Animale, Campagna di informazione, Colonie feline, Diritti animali, Gatti, Gattile, Iniziative, Legge, Maltrattamento, Protezione animali, Randagismo, Sterilizzazione, valle d'aosta, Veterinari, volontariato valle d'aosta with tags , , , , , , , , , on 19 maggio 2011 by miacis

 La  Storia

 Il primo round davanti al tribunale civile di Milano lo hanno vinto i gatti per k.o. tecnico.

Il processo davanti alla XIII Sezione civile del tribunale di  Milano vedeva, loro malgrado, i gatti della colonia felina del supercondominio di via Mar Nero imputati, poiché accusati da una coppia di condomini di cacciare abusivamente i topi nelle cantine del palazzo. Ma, cosa ancor più grave, i gatti erano accusati di aver sistemato le loro confortevoli cucce, nelle quali passare le stagioni fredde, nello spazio condominiale comune; questo proprio non è andato giù alla coppia di condomini che, non potendo portare direttamente i gatti in tribunale, ha visto bene di portarci i “gattari” che si occupano della piccola colonia. Chiedendo, oltre alla rimozione delle casette e  l’allontanamento dei mici, anche un risarcimento morale agli altri 500 condomini del supercondominio di via Mar Nero e via Nicolajewka.

Dopo 3 anni di discussione è arrivata la sentenza di primo grado emessa dalla dottoressa Sabina Bocconcello della XIII Sezione civile del tribunale di Milano, con la quale i gatti hanno vinto alla grande il primo round. Nelle undici pagine della sentenza (la numero 12370/09) si riconosce ai gatti il diritto di vivere nel palazzo (e quindi la caccia ai topi in cantina non è atto abusivo). Ma la sentenza, con un passaggio storico, riconosce anche il diritto della famiglia di gattari a lasciare le casette al loro posto, dove i micetti potranno continuare a vivere comodamente. La sentenza richiama la legge 281/91, riconoscendo che i gatti sono “animali sociali che si muovono liberamente su un determinato territorio radunandosi in gruppi denominati colonie feline, pur vivendo in libertà sono stanziali e frequentano abitualmente lo stesso luogo pubblico o privato, creandosi così un loro habitat ovvero quel territorio, o porzione di esso, pubblico o privato, urbano e no, edificato e non, nel quale vivono stabilmente. Nessuna norma di legge né nazionale, né regionale proibisce di alimentare i gatti randagi nel loro habitat. Secondo detta normativa, i gatti che stazionano e/o vengono alimentati nelle zone condominiali non possono essere allontanati o catturati per nessun motivo”.
Continua a leggere

ANIMALI E CONDOMINIO 2

Posted in Anagrafe Canina, Animali d'affezione, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cani, Canile, Civiltà, Colonie feline, Diritti animali, Gatti, Gattile, Legge, Protezione animali, Sanità, valle d'aosta, volontariato valle d'aosta with tags , , , , , , on 6 marzo 2011 by miacis

 

Molte persone che avvertono l’esigenza di vivere con un animale o già vi convivono devono affrontare il problema dei regolamenti condominiali che proibiscono la presenza di animali.

In realtà sono numerose le sentenze che sanciscono a chiare lettere che nessun regolamento o assemblea condominiale può limitare il diritto di proprietà e che quindi non è possibile impedire in alcun modo di tenere animali in condominio.

La sentenza del 24/3/1972 n. 899 della Sezione II della Corte di Cassazione testualmente recita:

“È inesistente il divieto giuridico di tenere cani in condominio. Il regolamento condominiale che contenga una norma contraria è limitativo del diritto di proprietà, quindi giuridicamente nullo. L’assemblea condominale non può deliberarlo”.
Tuttavia, i contenziosi tra condomini pullulano di animali accusati di sporcare gli spazi comuni, di abbaiare, di portare malattie, di infastidire.
Molto spesso si tratta di esagerazioni frutto di acredini tra umani, in cui gli animali hanno pochissima responsabilità e ne fanno tuttavia le spese.
Ma è possibile proibire la presenza degli animali nei condomini?
Sul sito della LAV di Verona, la risposta ai più comuni quesiti:

Solo in rarissimi casi il Giudice e l’Autorità Sanitaria possono imporre l’allontanamento di un animale dal condominio.
Esclusivamente nell’ipotesi in cui all’atto dell’acquisto o della locazione sia menzionata l’esistenza di un regolamento di tipo contrattuale con esplicito divieto di detenere animali (per avere efficacia vincolante il regolamento deve essere menzionato e accettato negli atti di acquisto e locazione) esso sarà infatti vincolante.
Continua a leggere

ANIMALI E CONDOMINIO

Posted in aiuto, Animali d'affezione, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cani, Canile, Colonie feline, Diritti animali, Gatti, Legge, Protezione animali, volontariato valle d'aosta with tags , , , , , , , on 5 marzo 2011 by miacis

 

Può il regolamento di condominio vietare la detenzione di animali domestici in appartamento?

 In linea di massima è da ritenersi illegittimo un eventuale divieto generalizzato di tenere animali nel proprio appartamento. Il regolamento condominiale, difatti, non può comunque andare a ledere il diritto di ciascun condomino a godere in modo pieno ed esclusivo dell’appartamento in proprietà ai sensi dell’art. 1138, 4°comma C.c. e, dunque, di vivere con un animale da compagnia nell’ovvio rispetto delle regole di buon vicinato.

 Può il regolamento condominiale predisposto dal costruttore dell’immobile prevedere una clausola contenente il divieto di detenzione di animali?

 Ferma restando la sua illegittimità sostanziale, può accadere che detto tipo di regolamento preveda una clausola di tale tenore nel qual caso il proprietario dell’appartamento non potrà non ritenersi, almeno formalmente, vincolato perché la clausola risulta contrattualmente accettata in sede di rogito. Bisogna però ricordare come l’orientamento giurisprudenziale prevalente nega al regolamento condominiale la possibilità di imporre validamente il divieto di tenere animali ai singoli condomini, a maggior ragione se detti animali non provocano particolari molestie ai vicini di casa o siano detenuti in appartamento da diversi anni.
Continua a leggere

Nuova LEGGE REGIONALE per la tutela ed il corretto trattamento degli animali d’affezione!!!

Posted in Abbandono, Anagrafe Canina, Animali, Animali d'affezione, Animalisti, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cani, Canile, Civiltà, Colonie feline, Diritti animali, Gatti, Gattile, Iniziative, Legge, Protezione animali, Sanità, soccorso animali, valle d'aosta, Veterinari, volontariato valle d'aosta, zoologia etologia on 17 dicembre 2010 by avapa

Legge regionale 22 novembre 2010, n. 37.
Nuove disposizioni per la tutela e per il corretto trattamento
degli animali di affezione. Abrogazione della legge
regionale 28 aprile 1994, n. 14.

potete consultarla al seguente link

http://www.regione.vda.it/amministrazione/leggi/bollettino_ufficiale_new/archive/2010/51-2010-1.pdf#Page=1

Ordinanza del Ministro Brambilla: sì agli animali nei luoghi pubblici.

Posted in Animali d'affezione, Animalisti, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cani, Diritti animali, Gattile, Legge, Protezione animali with tags , , , on 29 novembre 2010 by miacis
 Il Ministro Brambilla invita i Comuni a togliere i divieti d’accesso nei pubblici esercizi e nei luoghi aperti al pubblico, uffici inclusi
   
   
MILANO
Una sorte di rivoluzione copernicana nel rapporto con gli animali domestici: potranno entrare in tutti i luoghi pubblici, ristoranti, uffici postali, salire sui mezzi di trasposto, salvo espresse e motivate deroghe; non come ora che possono accedervi solo quando è loro consentito.L’ordinanza che il ministro per il Turismo, Michela Vittoria Brambilla, ha scritto con l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e presentata oggi in prefettura a Milano, alla presenza del prefetto del capoluogo lombardo, Gianvalerio Lombardi, ha esplicitamente lo scopo di creare delle città anche a misura dei nostri amici a quattro zampe.Il provvedimento, che ogni sindaco potrà recepire con una semplice ordinanza sindacale, prende le mosse da un sondaggio Ipsos secondo il quale «il 40% degli italiani possiede almeno un animale domestico» ed è quindi «chiaro – ha spiegato il ministro – che compito delle istituzioni è lavorare per rendere più semplice la vita di queste famiglie e rispondere alle loro necessità».Gli animali, quindi potranno accedere ovunque, salvo che in ospedali, asili, scuole, con l’eccezione delle case di riposo, in quanto il ministro ha anche pensato al disagio dei nostri anziani se privati del loro amico del cuore. Michela Vittoria Brambilla è consapevole del fatto che «sia la prima volta che un ministro si occupa in modo così importante di un tema che, colpevolmente, era ritenuto di secondo piano fino ad oggi: creare una nuova coscienza d’amore e di rispetto per gli animali e i loro diritti».
Continua a leggere

VdA: Approvato il DDL per la tutela degli Animali d’affezione

Posted in Abbandono, Anagrafe Canina, Animali d'affezione, Animalisti, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cani, Canile, Colonie feline, Diritti animali, Gatti, Gattile, Legge, Maltrattamento, Protezione animali, Randagismo, valle d'aosta with tags , , on 23 novembre 2010 by miacis
 
L’Assemblea ha approvato all’unanimità il disegno di legge che reca nuove disposizioni per la tutela e il corretto trattamento degli animali di affezione e che abroga la norma regionale n. 14 del 1994.

L’iniziativa legislativa si compone di 33 articoli tendenti a favorire il rispetto degli animali di affezione e la prevenzione del randagismo, come riconosciuto anche dal Trattato dell’Unione europea.

Il disegno di legge è stato illustrato dal Vicepresidente della III Commissione, Piero Prola (UV), anche a nome del Consigliere Alberto Crétaz (UV).

“Il testo – ha detto Prola – è frutto di un lavoro di concertazione che ha coinvolto l’Assessorato alla sanità, salute e politiche sociali, l’USL, il Celva e l’Avapa, ed è stato definito con l’apporto e l’integrazione della proposta di legge presentata dal gruppo Alpe attraverso un lavoro di armonizzazione svolto dai relatori e analizzato, discusso e approvato dalle Commissioni III e V. Parecchie sono le novità rispetto alla legge precedente, quali l’introduzione degli animali di affezione per le attività assistenziali e per percorsi terapeutici; l’anagrafe canina, definendo le modalità di iscrizione e di gestione, con la possibilità di inumazione delle spoglie in terreni privati; l’istituzione del canile regionale, con l’inserimento dei rifugi comunali per cani, le colonie per gatti con i relativi custodi, il gattile regionale; infine alcune modalità per la prevenzione del randagismo dei cani e dei gatti, dei contributi regionali alle imprese agricole per la tutela del patrimonio zootecnico e la costituzione di una Commissione Paritetica regionale che ha il compito di monitorare l’applicazione della legge sui fenomeni del randagismo e di adottare le necessarie strategie nel caso di insorgenza di problematiche. Viene inoltre prevista l’emanazione, entro 180 giorni, di un Regolamento che definisca i criteri minimi da rispettare per la detenzione degli animali.”
Continua a leggere