Archive for the Gravidanza Category

GATTI e MALATTIE…

Posted in Animali d'affezione, Benessere Animale, Campagna di informazione, Civiltà, Colonie feline, Gatti, Gravidanza, Malattie infettive, Protezione animali, Sanità with tags , , , , , , , , , , on 31 marzo 2011 by miacis

 

Vista la disinformazione fornita dai giornali nei giorni scorsi, volevo ricordare che:

MALATTIA DA GRAFFIO DEL GATTO:

L’agente batterico è la Bartonella henselae.

Il contagio avviene tramite morso o graffio di gatto (specialmente gattini fino a 6 mesi)

Viene diffuso tra i gatti dalle pulci. È tipica dei bambini. E più diffusa tra i bianchi. È ubiquitario nel mondo. Si stima che l’8% dei gatti domestici sia infetto così come il 13% dei gatti randagi.

Se ai gatti viene regolarmente somministrato un antiparassitario il problema è già risolto

L’infezione si trasmette all’uomo tramite lesioni traumatiche provocate da gatti come appunto il graffio.

Prognosi:   Tende a risolversi spontaneamente in 2-4 mesi.

Terapia: Normalmente non è richiesta terapia. Se necessario si possono utilizzare doxiciclina, ciprofloxacina, azitromicina (o eritromicina).

La malattia da graffio del gatto è una malattia di scarsa importanza con un numero di persone infettate risibile.

Sui 108 gatti liberi nelle colonie feline che gestisco direttamente la percentuale degli infetti è pari allo 0% (nessun gatto infetto)

 TOXOPLASMOSI:

«La toxoplasmosi è una zoonosi, cioé una malattia trasmessa dall’animale all’uomo, causata dal Toxoplasma goondi. Il parassita può infettare numerosi animali mammiferi, uccelli, rettili e molluschi. Purtroppo il principale imputato nella trasmissione della malattia all’uomo è stato sempre considerato, anche se erroneamente, il gatto. Per questo motivo, durante la gravidanza, lo specialista consiglia alla gestante di allontanare il fedele amico, senza dare delucidazioni chiare e competenti in materia e spesso e volentieri senza un valido motivo, causando ansia e dispiacere. Così il povero animale, che fino a quel momento aveva una casa e dei padroni amorevoli, a causa della scarsa informazione, si ritrova per strada a fare i conti con un destino ormai segnato».

«Fortunatamente oggi le cose sono ben diverse. Recenti studi (British Medical Journal) indicano infatti tra le principali fonti di infezioni (il 63 per cento e il restante 37% non è attribuibile ai gatti) il consumo da parte della gestante di carne cruda e semicruda di maiale e di agnello (prosciutto crudo, capocollo, salsicce, salumi in generale, carne salata ed essiccata, carpaccio ecc.). Un’altra importante fonte di trasmissione del parassita è rappresentata dal terreno contaminato dalle feci di animali infetti.
Continua a leggere

Annunci

Convivenza tra gatti e bambini

Posted in Abbandono, Animali d'affezione, Benessere Animale, Campagna di informazione, Cuccioli, Gatti, Gravidanza, Protezione animali with tags , on 9 novembre 2010 by miacis

Ai giorni nostri si sentono spesso ancora delle chiacchiere legate ai gatti ed i neonati. Mentre ero in attesa di mio figlio diverse persone mi consigliarono di sbarazzarmi dei miei gatti dicendomi che portano malattie e che avrebbero persino potuto ferire o uccidere il bambino.

Ho sempre amato gli animali in modo smisurato e mai nella vita mi sarei sognata di dare via i miei gatti, da anni parte integrante della mia famiglia, solo per delle sciocche credenze popolari.

E’ incredibile quanta disinformazione vi sia nei confronti dei gatti ed in modo particolare sul loro comportamento con i bambini, le donne incinte e la loro interazione con i neonati.

Ho naturalmente osservato delle piccole precauzioni durante la gravidanza. Per esempio ho affidato la cura e la pulizia delle lettiere a mio marito visto che non avevo mai sviluppato anticorpi contro la toxoplasmosi. Ho anche abituato i miei gatti ad una maggiore e più regolare spuntata delle unghie per evitare al minimo il pericolo di graffi accidentali.
Continua a leggere

Il ciclo estrale della Gatta.

Posted in Animali d'affezione, Benessere Animale, Colonie feline, Gatti, Gattile, Gravidanza, Protezione animali, Sterilizzazione, Veterinari with tags , , , on 30 aprile 2010 by miacis
Anche per la gatta l’inizio dell’attività ovarica e quindi del ciclo estrale,segna il passaggio dalla fase prepubere a quella della pubertà. 

 Come abbiamo già visto per la cagna, questo passaggio non avviene ad una età precisa ma è condizionato da diversi fattori, tra cui la durata della luce diurna ( fotoperiodo) e il momento dell’anno in cui è nata la gatta ( per esempio i primi calori si presentano verso il 7° mese, quando la gatta pesa in media 2,2Kg), possiamo quindi, da un punto di vista generale, considerare un intervallo di tempo che va dai 6 ai 9 mesi d’età.

Non dimentichiamo che esistono gatte che, in condizioni ambientali e nutrizionali buone, possono manifestare il primo calore a 5 mesi e che esistono differenze razziali, come per esempio per i gatti persiani la cui pubertà compare molto tardivamente, dopo l’anno di vita.
Continua a leggere

Sterilizzazione della gatta.

Posted in Animali d'affezione, Benessere Animale, Colonie feline, Cuccioli, Gatti, Gattile, Gravidanza, Malattie infettive, Ovariectomia, Patologie, Protezione animali, Sterilizzazione, Veterinari with tags , , , , , , , , on 28 maggio 2008 by miacis

Per sterilizzazione si intende l’asportazione chirurgica degli organi riproduttori femminili, quindi ovaie utero, con conseguente impossibilità dell’animale a procreare e può essere eseguita una volta raggiunta la maturità sessuale da parte della gatta, quindi intorno ai 6-9 mesi ma sono possibili oscillazioni che vanno da 5 a 12 mesi a seconda della razza e delle condizioni ambientali in cui l’animale vive.

Continua a leggere

La castrazione del gatto maschio.

Posted in Abbandono, Animali, Animali d'affezione, Benessere Animale, Castrazione, Colonie feline, Comportamento, Cuccioli, Gatti, Gattile, Gravidanza, Malattie infettive, Patologie, Randagismo, Sterilizzazione, Veterinari with tags , , , , , on 23 maggio 2008 by miacis

 

 

La castrazione del gatto maschio è pratica molto meno richiesta rispetto alla sterilizzazione della femmina. Nella femmina infatti c’è la paura di trovarsi con una nidiata di gattini da dover sistemare.Nel maschio si pensa che se “farà danni” non dovremmo comunque pensarci noi!   La castrazione dei maschi è invece pratica molto importante per garantire loro una vita lunga  e sana.

 

Continua a leggere

Toxoplasmosi: verdetto di assoluzione per i Gatti.

Posted in Abbandono, Alimentazione, Ambiente, Animali, Animali d'affezione, Benessere Animale, Colonie feline, Cuccioli, Gatti, Gattile, Gravidanza, Malattie infettive, Natura, Patologie, Protezione animali, Veterinari with tags , , , , , on 22 marzo 2008 by miacis
Una malattia insidiosissima per il feto se contratta durante la gravidanza. Ma la vicinanza dei felini domestici, spesso additata come tramite principale, non ne è responsabile.

ungatto-cover.jpg

Uno studio condotto in sei città europee evidenza fattori di rischio molto più rilevanti: meglio tenere d’occhio le carni crude e badare all’igiene generale

Continua a leggere

Gatti “Gravidanza”

Posted in Abbandono, Ambiente, Animali, Animali d'affezione, Benessere Animale, Colonie feline, Comportamento, Cuccioli, Gatti, Gattile, Gravidanza, Malattie infettive, Ovariectomia, Protezione animali, Sterilizzazione with tags , , , , , , on 9 marzo 2008 by avapa

gravidanza-sponge.jpg

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una
Licenza Creative Commons.
Riportando questo articolo, continuavo a ripensaregatta-gravida.jpg quanto lavoro per promuovere la sterilizzazione, ma la natura è semplicemente meravigliosa, il ciclo della vita è meraviglioso. La sterilizzazione rimane comunque importante, evita che ci siano cucciolate indesiderate, condannate a subire, la crudele mano dell’uomo, riduce il rischio di tumori, e comunque rimane obbligatoria per quei gatti di proprietà che, hanno la fortuna di poter vivere dentro e fuori casa (l’accoppiamento con maschi randagi, ottimi riproduttori, è anche tra le fonti principali di infezioni gravissime come FIV, FeLV e peritonite infettiva felina FIP o PIF). Perciò non prendete in considerazione l’ipotesi di far accoppiare la vostra gatta, a meno che non siate più che certi di trovare una sistemazione per i cuccioli; Non fate accoppiare la gatta sino a quando non è allattamento2.jpgmatura fisicamente e psicologicamente; Assicuratevi che la gatta sia ben nutrita durante la gravidanza e in particolare durante l’allattamento; Sottoponete ad un test la vostra gatta e il probabile padre per assicurarvi che non abbiano malattie virali, come FIV o FeLV;

 

La gravidanza nei gatti dura circa nove settimane, ma durante la prima metà di quel periodo la femmina non ne mostra esternamente i segni. Caccia, riposa, e in genere si comporta in modo normale. Sotto l’influenza del progesterone, l’ormone della gravidanza, e con peso in costante aumento nell’addome, ben presto ridurrà comunque i suoi movimenti, diminuendo il livello di attività e riposando di più.

Continua a leggere