Trenitalia, Comunicato Stampa Lega Difesa del Cane

<!–[if !mso]> <! st1\:*{behavior:url(#ieooui) } –>

COMUNICATO STAMPA

LIMITAZIONI DEI CANI SUI TRENI: UNA MISURA INUTILE E CONTROPRODUCENTE

In merito al comunicato stampa di Trenitalia del 22 settembre 2008 ove si annuncia l’obbligo per chi viaggia con il cane di esibire un certificato veterinario – anche per i cani guida per i non vedenti – che attesti l’assenza di infestazioni o patologie trasmissibili, la Lega Nazionale per la Difesa del Cane esprime il proprio sdegno per una misura inutile e demagogica e che penalizza i proprietari degli animali.

Spero che Trenitalia non voglia estendere la misura richiedendo il certificato di sana e robusta costituzione fisica per i passeggeri che, visto lo stato del servizio offerto, spesso sono costretti a veri e propri tour de force” – ha ironicamente commentato la Presidente della Lega Nazionale per la Difesa del Cane Laura Rossi. “Contro ogni regola di comune convivenza appare poi il divieto di far salire a bordo cani di grossa taglia nascondendosi dietro la foglia di fico dell’igiene, quasi che la tanto enfatizzata presenza di zecche dipendesse dal volume del cane e non dall’insufficienza del servizio di pulizia dei treni. Credo che il contratto di servizio – ha continuato la leader animalista – non possa né debba permettere simili abusi da parte del fornitore di un sevizio in regime di monopolio, finanziato dai soldi di tutti i cittadini, proprietari di cani inclusi.”.

La battaglia contro gli abbandoni si vince solo con il concorso di tutti – conclude Gian Luca Scagliotti, Avvocato, Consigliere della Lega per la Difesa del Cane – e misure come quella di Trenitalia non aiutano: ci opporremo in ogni sede ad un provvedimento ingiusto“.

A tal fine la Lega Nazionale per la Difesa del Cane invita i cittadini italiani a segnalare tramite le mail info@legadelcane.org oppure ufficiostampa@legadelcane.org le modalità di applicazione del regolamento.

Per maggiori informazioni:

Lega Nazionale per la Difesa del Cane

Ufficio Stampa – D.ssa Daniela Bellon

Cell. 335 69 81 807

Presidenza Nazionale

Tel. 02 26 11 65 02

Advertisements

3 Risposte to “Trenitalia, Comunicato Stampa Lega Difesa del Cane”

  1. Giannantonio Says:

    (messaggio inviato alle F.F.S.S.)

    Io e mia moglie stiamo progettando un viaggio ad Ostuni per trascorrere il Natale insieme ai parenti.
    La nostra famiglia comprende anche un cane di media taglia. Avevamo scelto l’Eurostar ma ci è stato
    detto che su questo treno possono viaggiare solo cani di piccola taglia.
    C’è forse discriminazione tra cani piccoli, medi e grandi?
    Non vogliamo crederlo, così come non vogliamo credere che Trenitalia sia a favore dell’abbandono dei cani.
    Poiché viviamo in un paese civile i gestori dei mezzi di trasporto hanno il “dovere” di organizzare spazi dedicati ai viaggiatori accompagnati dai loro cani, naturalmente muniti di museruola, guinzaglio e biglietto.
    Delusi ed arrabbiati abbiamo rinunciato al viaggio in treno.
    Speriamo che in futuro i regolamenti e/o le strutture siano adeguate per soddisfare anche le esigenze di tutti i possessori di cani …… e siamo tantissimi, come avviene in altri paesi evoluti.

    Saluti.

    Legnano, 21/11/2008

  2. Gentile Giannantonio, siamo veramente indignati e stupiti per l’accaduto, le ultime notizie risalenti al 30 settembre hanno annunciato la sospensione dell’ordine di servizio di trenitalia che, da mercoledì primo ottobre avrebbe vietato la presenza nei vagoni dei cani superiori a 6 chilogrammi. I cani infatti, recita, potranno continuare a viaggiare sui treni. Questa notizia ha fatto si che tutte le associazioni protezioniste, associazioni di veterinari e viaggiatori possessori di cani, esprimessero, grazie all’intervento del sotto segratario alla Salute Francesca Martini, soddisfazione per la sospensione del divieto… mi chiedo se non sia stata soltanto una manovra (notizia manipolata) per mettere a tacere le polemiche sorte in merito… Grazie per la testimonianza!
    Saluti

  3. Giannantonio Says:

    Mi auguro che l’impiegata delle F.F.S.S. che mi ha segnalato il divieto non sia sufficientemente informata dell’impegno “morale” preso dai vertici dell’Ente a risolvere il problema del trasporto dei cani a prescindere dalla dimensione altrimenti non resterebbe altro da pensare che “parlano bene ma razzolano male”.
    Ringrazio e porgo i miei migliori saluti.
    Giannantonio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: