Aosta “No al circo con animali…”

Al Sindaco di Aosta, Sig. Guido Grimod

Caro Sindaco,

Da alcuni giorni è presente in località Croix Noire ( proprio accanto al Canile/Gattile regionale, con le conseguenze di irrequietezza costante da parte degli animali che si possono facilmente immaginare ) il Circo Coliseum di Roma.

circo1.jpg

Come Associazione Valdostana di Protezione Animali “AVAPA Onlus” riteniamo lo spettacolo del circo con animali altamente diseducativo, soprattutto per i bambini che ne sono i maggiori fruitori.
Si tratta di uno “spettacolo” basato su continue violenze sugli animali: dalle condizioni di detenzione, al trasporto in carrozzoni/contenitori, all’addestramento finalizzato a soggiogare e mortificare l’animale per costringerlo ad effettuare esercizi innaturali.

Soprattutto nei confronti dei più giovani ci sembra doveroso demarcare la differenza tra la conoscenza di un animale come può avvenire in una relazione domestica o nella sua osservazione in un ambito naturale, da quella che ha luogo in situazioni che lo snaturano completamente. Per queste ragioni, e grazie ad una maggiore sensibilità e rispetto per gli animali, negli ultimi anni lo spettacolo del circo con animali è sempre meno apprezzato.

In attesa che venga definitivamente vietato con esplicite leggi l’utilizzo di animali per spettacoli di divertimento, l’unico metodo di contrasto resta quello che stanno adottando tantissime amministrazioni comunali: il divieto di spettacoli circensi con utilizzo di animali sul suolo comunale.

Certi della Sua sensibilità nei confronti di quanto esposto e in considerazione della fattiva collaborazione che ha sempre caratterizzato i rapporti tra l’A.VA.P.A. e l’Amministrazione Comunale, Le chiediamo quindi che venga emessa anche per il Comune di Aosta una Ordinanza che vieti qualsiasi forma di spettacolo circense o di intrattenimento pubblico o privato che contempli l’utilizzo di animali e ci auguriamo che tale scelta venga presto estesa anche agli altri comuni della Valle d’Aosta.

www.tradizioniviolente.org/circo1.html

 

Certi di un suo riscontro, La ringraziamo per la Sua attenzione
Il direttivo A.VA.P.A. onlus

Advertisements

9 Risposte to “Aosta “No al circo con animali…””

  1. Federica Says:

    Ottima iniziativa. Complimenti. Speriamo che il nostro Sindaco dimostri la stessa civiltà.

  2. Goccia Says:

    Siete dei grandi! Forse è proprio dai comuni che deve partire l’iniziativa… E’ boicottando che potranno smuoversi le acque e così qualcosa potrebbe cambiare.

  3. Federica Says:

    Ciao Direttore, sono Francesca di 10 anni e ti volevo raccontare il mio incontro con il canile. Era il mese di settembre e le prime 2 volte che mi sono presentata mi sono stati assegnati 2 cani “facili” della gabbia grande. La terza volta ho conosciuto Kilmer che per diverse uscite piangeva e cercava di tornare verso la sua casa. Così mi hanno consigliato di provare a prendere anche Raissa visto che vivono nella stessa gabbia e si sarebbero potuti fare coraggio uno con l’altro. E piano piano le cose hanno cominciato a funzionare. Tutti i miei momenti liberi li passo con loro e anche quando devo assentarmi per qualche giorno faccio in modo che ne risentano meno possibile. Ho le loro foto sul computer e sul mio diario e il giorno di pasquetta sono riuscita a portarli a casa per tutto il giorno. Tutta la mia famiglia e le mie amiche gli vogliono molto bene. Però loro non sono i miei cani e quindi… Oggi a scuola una mia compagna mi ha detto che ieri pomeriggio li ha portati fuori lei (erano appena rientrati!) Mai vista nè conosciuta (dai cani) Non mi è sembrata una cosa positiva per Kilmer e Raissa e neanche per quelli che escono poco o niente ma è chiaro che io non ho diritto di chiedere ma solo di raccontare. E allora grazie per l’ascolto. Francesca

  4. Avapa Says:

    Cara Francesca, vedo e riconosco il buon lavoro che hai svolto con Kilmer e Raissa, e immagino quanto tu possa esserne legata e ti dirò di più, devo anche complimentarmi con la tua famiglia perchè è stata così brava da trasmetterti fra i tanti valori anche l’amore per gli animali, ti assicuro che è raro trovare una ragazzina di 10 anni con una coscienza e una sensibilità cosi marcate e per questo ti inviterei a riflettere sul perchè ritieni che sia un male per Kilmer e Raissa! Per contro ci tengo a dirti che è vero quando dici che alcuni cani escono poco e niente, questo per tanti motivi; alcuni non li conosciamo abbastanza e allora si fa un primo percorso conoscitivo con i volontari più esperti, a volte non si ha il tempo materiale per assegnare un nuovo cane quando si presentano nuovi volontari e allora grazie a lavoro che svolgi tu come altri, possiamo essere certi che magari alcuni cani saranno bravi con quella tua compagna che, proprio come te vuole fare questa esperienza. Ci tengo inoltre a dirti che ognuno di noi, come essere umano è libero di esprimersi e di chiedere, capisco che come volontari si abbia l’impressione che nessuno riconosca il nostro sforzo e impegno, nessuna gratitudine; ma io come te spendo molto del mio tempo per gli animali, dovremmo sempre tenere presente che ciò che facciamo, lo facciamo per i nostri amici, come collettività che si sostiene per garantire la loro dignità.
    Grazie Francesca

  5. […] avapa.wordpress.com/2008/03/25/aosta-a-proposito-del-circo-con-animali/ […]

  6. COMPLIMENTONI…AL SINDACO DI AOSTA..DICO D’AVVERO EHH..COME SI FA’ HA NON FARE LE RIVERENZE E GLI INCHINI……………SOPRATUTTO A QUEL BRANCO DI INSENSIBILI SENZA CERVELLO, CHE HANNO ASSISTITO ALLO “spettacolo” CIRCENSE SITUATO IN ZONA CROIX NOIRE. E COME E’ STATA CONTRACCAMBIATA L’OSPITALITA’ DI AOSTA??? SINDACO, SI FACCIA UN GIRO LUNGO LE SPONDE DELLA DORA BALTEA….RIFIUTI DI OGNI GENERE, SENZA CONTARE CHE IL CIRCO E’ STATO 2 E DICO BEN 2 SETTIMANE OSPITE NELLA NOSTRA REGIONE SENZA IL BEN CHE MINIMO CONTROLLO. MA CERTO,,,IN FONDO CHI SE NE FREGA!!! AVEVANO SOLO ANIMALI ABITUATI IN GENERE A KL DI PRATERIE E DI VERDE… TRIPLA FIGURACCIA QUANDO ALCUNI T.I.R SONO STATI FERMATI ALL’ALTEZZA DI IVREA……RIGUARDO A QUESTO VI LASCIO LEGGERE L’ ARTICOLO NELLA HOME PAGE. MI AUGURO CHE NE FACCIA NOTIZIA I QUOTIDIANI NAZIONALI E LOCALI.

  7. La stupidità umana non ha confini diceva qualcuno,e mai come nel caso degli animali,cioè di come li trattiamo,la cosa risulti vergognosamente evidente.Siamo una società ancora molto primitiva,che basa il propio sostentamento sullo sfruttamento degli animali.Ne abbiamo bisogno per nutrirci,per lavorare,per vestirci,per divertirci,per cacciare e infine,aspetto più terrificante secondo me,per sperimentare. Un olocausto insomma,e propio come in un olocausto,non cè riconoscenza,non cè rispetto,ma un continuo perpetrare di maltrattamenti,vivisezioni,sfruttamento,sempre e solo per il dio denaro. La legge propone solo surrogati,emendamenti cioè di convenienza e tutti coloro che gridano il propio sdegno hanno le mani legate…piu di tanto non si riesce a fare,e molto ci sarebbe da fare per combattere l’indifferenza,prima vera causa di tutto questo schifo. Signor Sindaco,lei ci si vedrebbe rinchiuso in una gabbia,sottoposto a maltrattamenti,malnutrito e malcurato,e costretto a fare esercizi stupidi come coloro che te li chiedono? O vedrebbe meglio forse qualcuno dei suoi familiari? Ma cosa c’entra dirà a se stesso…..loro sono animali…io no,siamo diversi.Siamo diversi ha ragione,loro animali e noi bestie,e le dirò anche che per chi viviseziona queste differenze non esistono,coloro che vivisezionano sono talmente idioti da ritenere che….si…qualche somiglianza potrebbe esserci in fin dei conti….e quindi via libera alla mattanza.Pensi a tutto questo ogni tanto Signor Sindaco,basta poco mi creda,anche sopratutto per i suoi figli se ne ha Signor Sindaco,e poi tragga le sue conclusioni.Buon Natale Signor Sindaco.

  8. oggi tra Desenzano e Salò abbiamo visto il parco animali del circo:”Di Vienna” .
    Sotto ad una tettoia cerano: cavalli (uno bianco aveva un’occhio con del sangue esterno), pony, asini ed un bufalo, mi è sembrato che gli animali fossero strani perchè troppo tranquilli, quasi addormentati ma in piedi, fermi, ad un certo punto ho visto il bufalo cercare di bere dell’acqua dall’umidità del terreno, all’ora ho cercato un po d’acqua e vedendo una bottiglia con poca liquido dentro l’ho versata in una bacinella che c’era lì. Il bufalo si è dato da fare per poter bere, ma in contemporanea si sono avvicinati l’asino ed un altro animale per poter bere anch’essi. Tristissima sono andata dai proprietari per avvisarli che gli animali avevano sete, ed una donna magra, probabilmente la proprietaria mi ha aggredita urlandomi in faccia che gli animali mangiano e bevono ad orari e che se io ero un’animalista che andassi subito fuori da casa sua.
    Il mio compagno mi ha fatto notare che questi poveri animali lavorano e ubbidiscono di più se sono intontiti dalla sete e probabilmente dalla fame; forse mangiano e bevono dopo la faticata.
    Mi auguro che possiate fare qualche cosa perchè la situazione in quel posto era veramente tragica.
    Vi ringrazio e spero in voi.
    Vi saluto cordialmente
    Elena Tozzi Tel. 3280925833

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: