Adottare un gatto

moma.jpgSe state pensando di adottare un gatto fate che la vostra scelta sia responsabile e consapevole. Il gatto vivrà con voi per molti anni, richiederà cure e attenzioni, e una parte del vostro tempo dovrà essere dedicata a lui e al suo benessere.

Se poi siete decisi dovete sapere alcune cose…

Come alimentarlo

L’ alimentazione umana, i nostri avanzi, non vanno bene per il gatto, dovrete quindi acquistare gli appositi mangimi o preparare cibi equilibrati per lui. Il gatto è un carnivoro, quindi niente pasta e, se optate per la carne fresca, non dategli carne cruda e niente sale aggiunto alla cottura. La carne cruda potrebbe essere veicolo di parassiti, e il sale aggiunto danneggerebbe i suoi reni. Escludete poi completamente dalla sua dieta la carne di maiale, anche sotto forma di insaccati, prosciutto, ecc. Utilizzate nei periodi di muta degli integratori che lo aiutino ad espellere i peli che ingurgiterà e/o lasciategli a disposizione un vaso con l’apposita erba, che troverete nei negozi per animali.

Vaccinazioni

Dovrete procedere presso il vostro veterinario ai vaccini e a visite periodiche di controllo. Se avete un giardino e il vostro gatto esce informatevi anche sul vaccino per la FeLV, oltre al normale trivalente.

Inserimento graduale

Il nuovo arrivato avrà bisogno di un periodo di ambientamento in casa vostra, durante il quale non dovrete permettergli di mettersi nei guai o di trovare via di fuga aperte, quindi niente porte e finestre aperte e attenzione ai balconi. Lo stesso e ancor di più se avete un giardino. Per un periodo di circa due mesi dovrete permettere al gatto di ambientarsi e di abituarsi a voi senza esporlo a possibili fughe o altri pericoli. E’ assolutamente falso che i gatti non si facciano del male cadendo, sono agili, è vero, ma possono riportare gravissime ferite o morire. Se avete un giardino e il vostro gatto accede all’esterno dotatelo di apposito collarino, sul quale scriverete o inciderete il vostro numero di telefono.

Non optate per collarini rigidi, possono impigliarsi in rami o in altre sporgenze, con conseguenze anche gravissime per il vostro gatto. Mantenete la lettiera igienica del vostro gatto sempre ben pulita e spazzolatelo spesso, soprattutto nei periodi di muta.
Acquistate un trasportino sicuro e quando dovrete viaggiare con il gatto usatelo, non lasciate mai il vostro gatto libero in macchina, per strada o nella sala d’aspetto del veterinario. Potete adottare un gattino o un gatto adulto, l’uno e l’altro si affezioneranno a voi in uguale misura.

Impegno a lungo termine
La vita di un gatto dura di media 14 anni: siete sicuri di poter garantire le cure e attenzioni per tutto questo tempo? Se la risposta è no, la soluzione potrebbe essere l’adozione di un gatto più anziano che comunque si abituerà perfettamente alla vita casalinga.
Diventerete in poco tempo inseparabili e vi stupirete di quanto profondo diventerà il vostro rapporto, in fondo si sono scritti fiumi di parole sulla magia dei gatti, se state per adottarne uno capirete presto perché.

Sterilizzare?

Per i gatti è necessario procedere alla sterilizzazione. Per il loro benessere, per la loro salute e per la prevenzione al randagismo: se il vostro gatto/gatta esce (in una zona protetta ci auguriamo) incontrerà altri gatti e se intero/a questo lo esporrà a malattie gravissime, soprattutto FeLV, FIV e FIP, malattie solo del gatto, che non contagiano gli umani, ma che per lui sono mortali. Per le ultime due non esiste vaccino. Considerate che i gatti interi tendono ad allontanarsi alla ricerca di un compagno o di una compagna, esponendosi ai rischi della esplorazione in zone trafficate. Inoltre contribuireste ad aumentare la popolazione felina, già molto numerosa.
Se il vostro gatto o la vostra gatta non escono (condizione ideale), dovrete ugualmente procedere alla sterilizzazione, o favorirete la comparsa di tumori. Assolutamente falso che sia necessario aspettare il primo calore prima di procedere alla sterilizzazione. Già intorno ai 5 mesi, e ancor prima, è possibile intervenire, il vostro veterinario poi vi saprà ben consigliare
Quando adottate un gatto da noi, firmate un foglio di affido, con il quale vi impegnate a tenere bene il vostro nuovo amico.
Quando vi assentate o andate in vacanza avete diverse opportunità: portarlo con voi presso strutture che lo accettano, lasciarlo in una pensione per gatti, o lasciarlo a casa vostra con una persona che almeno una volta al giorno vada a nutrirlo, a pulire la lettiera e a accudirlo.

Advertisements

2 Risposte to “Adottare un gatto”

  1. Grazie per il supporto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: