Non trattiamoli come esseri umani

cane.jpg

Prendiamo il gatto Garfield e il cane Odie: pensano come gli uomini, parlano come gli uomini, elaborano strategie, fanno i buoni e i cattivi proprio come gli uomini. Sono divertenti, certo, ma per dirla tutta – tenetevi forte – sono «diseducativi». Giorgio Celli, entomologo di fama internazionale, storce il naso di fronte ai cartoni animati della Walt Disney e a quel genere di film che dipinge gli animali come esseri pensanti tali e quali a noi.
«Gli animali non sono nostri simili, e l’uomo ha il dovere, sia quando li alleva sia quando li racconta, di rispettarne la diversità, l’etologia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: