Ordinanza del Ministro Brambilla: sì agli animali nei luoghi pubblici.

 Il Ministro Brambilla invita i Comuni a togliere i divieti d’accesso nei pubblici esercizi e nei luoghi aperti al pubblico, uffici inclusi
   
   
MILANO
Una sorte di rivoluzione copernicana nel rapporto con gli animali domestici: potranno entrare in tutti i luoghi pubblici, ristoranti, uffici postali, salire sui mezzi di trasposto, salvo espresse e motivate deroghe; non come ora che possono accedervi solo quando è loro consentito.L’ordinanza che il ministro per il Turismo, Michela Vittoria Brambilla, ha scritto con l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e presentata oggi in prefettura a Milano, alla presenza del prefetto del capoluogo lombardo, Gianvalerio Lombardi, ha esplicitamente lo scopo di creare delle città anche a misura dei nostri amici a quattro zampe.Il provvedimento, che ogni sindaco potrà recepire con una semplice ordinanza sindacale, prende le mosse da un sondaggio Ipsos secondo il quale «il 40% degli italiani possiede almeno un animale domestico» ed è quindi «chiaro – ha spiegato il ministro – che compito delle istituzioni è lavorare per rendere più semplice la vita di queste famiglie e rispondere alle loro necessità».Gli animali, quindi potranno accedere ovunque, salvo che in ospedali, asili, scuole, con l’eccezione delle case di riposo, in quanto il ministro ha anche pensato al disagio dei nostri anziani se privati del loro amico del cuore. Michela Vittoria Brambilla è consapevole del fatto che «sia la prima volta che un ministro si occupa in modo così importante di un tema che, colpevolmente, era ritenuto di secondo piano fino ad oggi: creare una nuova coscienza d’amore e di rispetto per gli animali e i loro diritti».

«Forse, in passato – ha sottolineato – questo necessario cambiamento culturale non era considerato sufficientemente nobile per occupare l’agenda di un ministro. Ma io non la penso così. E soprattutto gli italiani non al pensano così». Michela Vittoria Brambilla pensa che anche il turismo nel nostro Paese trarrà un vantaggio da questa ordinanza, anche sulla scorta dei risultati positivi che ha avuto l’istituzione di tratti di spiaggia dove i turisti possono accedere con i loro animali. Iniziative, tutte, finalizzate alla creazione di una Italia ’Animal frendly’, che «rappresenta una delle priorità del Ministero del Turismo». fonte: laStampa.it/la zampa

 Torino ha già aderito

 GEAPRESS – IN ITALIA… Poche ore addietro si è appreso di un encomiabile provvedimento del Comune di Torino, il quale ha deciso di aprire le porte di ristoranti e locali pubblici ai cani. Ne da comunicazione Valentina Coppola di Codiciambiente. La scelta, senz’altro opportuna, richiama specifichi provvedimenti che le pubbliche amministrazioni possono prendere sul tema. Bene ha fatto, pertanto, Torino. In Italia, ad ogni modo, non vi è alcun divieto di entrata dei cani nei locali pubblici, ivi compresi alimentari, ristoranti, bar e mezzi di trasporto. Fanno eccezione i luoghi dove gli alimenti sono preparati, trattati e conservati, ovvero i laboratori di alimenti. Anzi, secondo il Ministero della Salute, che richiama una circolare dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) “vietare l’ingresso ai cani nei locali pubblici e quindi negli esercizi commerciali è illegale“. Il padrone deve garantire le norme di sicurezza ed evitare che l’animale sporchi e, fatto salvo l’obbligo di guinzaglio e museruola come da profilassi antirabbica, nulla è possibile vietare.

Esistono poi dei divieti perentori (dentro gli ospedali) ed altri che nel caso potrebbero essere impugnati. Sono i Regolamenti comunali e le Ordinanze di Giunta o di Consiglio. A Brescia, come a Varese, tempo addietro andò in scena una polemica per il divieto di fare entrare i cani nel cimitero (Brescia) e nei locali pubblici (Varese, ma il Comune poi smentì). In alcuni casi, poi, il divieto si estende ai parchi pubblici, mentre gli Enti parco (ovvero i gestori di aree naturali protette) possono applicare il divieto di introdurre cani nelle zone di massima protezione per via del disturbo che possono arrecare alla fauna selvatica. Qui ci fermiamo, anche perché i cavilli di regolamenti, ordinanze, postille in calce e quant’altro degno di far perdere la pazienza anche all’avvocato azzecca-garbugli, non trova veramente fine (vedi trasporto di cani nelle navi).

 fonte: GEAPRESS                         miacis

About these ads

88 Risposte to “Ordinanza del Ministro Brambilla: sì agli animali nei luoghi pubblici.”

  1. enza bergonzi Says:

    Il ministro Brambilla ha fatto una cosa meravigliosa per i nostri amici più cari e più sinceri. Ringrazio con tutto il cuore

    • claudia Says:

      ma è già in vigore ?????????dato che oggi siamo stati cacciati da un centro commerciale…..e non da un supermercato

  2. Franco - Ravenna Says:

    Era ora che gli animali a quattro zampe potessero accedere nei luoghi accessibili a quelli a due zampe. Nei parchi pubblici è vietato l’accesso ai cani accompagnati ma permette l’accesso a ubriachi che vomitano e urinano ovunque….

    • sono d’accordissimo con Franco…era ora comunque che ci evolvessimo anche noi su questo argomento, perche 1 famiglia su 2 possiede cani che presumo si porti dietro quando va in vacanza o altro. Con questa ordinanza penso che si ridurrà anche l’abbandono dei poveri amici a 4 zampe. Almeno lo spero.

  3. roberta rastelli Says:

    FINALMENTE……MI SEMBRAVA DI VIVERE NEL PALEOLITICO….!!!! TUTTE QUELLE PROIBIZIONI, SERVIVANO SOLO AD EMARGINARE GLI ANIMALI ANZICHE’ INTEGRARLI!!!!!
    LA LORO PRESENZA NELLA SOCIETA’ ESISTE ED E’ MOLTO IMPORTANTE!!

  4. cristina de longis Says:

    Grazie onorevole Ministro per quello che sta facendo. FINALMENTE!!!!!!!!
    Spero che anche i comuni laziali (tutti!!!!!) aderiscano.
    Bisogna continuare cosi’ x noi famiglie e per i nostri fedeli amici a 4 zampe.
    LOTTIAMO PERO’ ANCHE PER AMMETTERE SU TUTTI I TRENI I NOSTRI AMICI X PERMETTERE A NOI FAMIGLIE DI VIAGGIARE CON SICUREZZA E VELOCEMENTE !!!!!!!

    • FLORENTINA Says:

      Non ne parliamo di come io e la mia Dorothy (beagle) siamo state trattate sulle Ferrovie dello Stato sulla tratta Milano-Roma…
      Ci è stato chiesto di scendere per ben 4 ore ad ogni fermata che il treno faceva nonostante chiedessimo che ci venisse fatta la multa pur di proseguire!
      Il capotreno, persona palesemente contraria agli animali, insisteva che avrebbe dovuto chiamare l’ufficio disinfestazione non appena arrivati a destinazione!
      …e pensare che Dorothy ha dormito per ben 6 ore completamente sotto il mio sedile e se inizialmente non avessi dichiarato che avevo con me un cane nemmeno i viaggiatori del nostro scompartimento si erano accorti della sua presenza… (l’onestà non sempre paga)

  5. Vorrei ringraziare tanto al ministro Brambilla a quello che fa, purtroppo qui in SICILIA nel comune Alcamo dove vivo non si e’ cambiato nulla anzi il comportamento e l’ amore per animali non essiste solo divieti,spero che il potere del ministro Brambilla arriva pure qui…..

  6. oggi mi sono fermata a pranzo in un ristorante a Mori -TN- e dal ristoratore mi son sentita dire che il mio amico nerone di appena 4 kg non poteva entrare, ho dovuto lasciarlo in auto nonostante il freddo,…. la mia domanda e': perche’ anzicche aspettare che siano i sindaci ad accettare di fareparte di questa ordinanza, non diventa legge per tutta l italia?

  7. annalisa Says:

    ringrazio il Ministro!! e spero che tutti i Comuni aderiscano. Dove io risiedo in provincia di Teviso non si entra e neppure a Venezia dove lavoro!. Purtroppo c’è ancora molta diffidenza, ancora oggi in qualche esercizio pubblico mi vietano di entrare con il mio cane, o nei parchi e se fa la pipì sull’albero vieni additata. Tuttavia sono felice che il nostro onorevole Ministro stà lavorando per i nostri adorabili fedeli amici a 4 zampe.

  8. Pane Salvatore Says:

    Ma a quanto pare, proprio a Torino, a mia figlia, con un piccolissimo cagnolino tenuto addirittura in borsa, è stato fatto divieto di entrare. Non conosco esattamente il posto, ma chiederò.

  9. maria fiore Says:

    Quando vado in vacanza trovo difficoltà a trovare un hotel che accetta gli animali….poi fanno gli spot sul “No” all’abbandono , ma ci rendessero piu’ facile la vita! Forza ministro! Facciamola diventare legge questa proposta in tutte le regioni.

  10. Roberta Satta Says:

    Non sono in sintonia con questo Governo ma riconosco che la Ministra al Turismo Brambilla, abbia colmato una grande falla del nostro ordinamento.
    Ringrazio e auguro buon lavoro!

  11. Canciani Giorgio Says:

    E’ cronaca di ieri: ho visitato Cividale, splendida cittadina friulana. Eravamo accompagnati dalla nostra barboncina (3 kg). Abbiamo visitato il duomo, lo stupendo tempietto longobardo, la cognolina se ne stava sempre tranquilla dentro il trasportino. Siamo stati al ristorante e il personale ci ha invitato a togliere l’animale da questa borsina e ci ha offerto una ciotola con dell’acqua. Fin qui tutto bene. Il problema è sorto quando ci siamo apprestati a visitare una mostra di pittura (molto interessante). Il personale posto all’ingresso ci ha vietato l’accesso con il cane, pur assicurando che l’avremmo tenuta nel trasportino e che, peer nostra esperienza, non avrebbe sicuramente disturbato ne arrecato danni. Il comune di Cividale del Friuli, se vuol essere all’altezza della fame che giustamente si merita, bisogna che modifichi alcuni suoi atteggiamenti.

  12. cosa fare se l ordinanza del comune di torino sul non divieto degli animali non viene rispettato come succede regolarmente specialmente nei ristoranti

    • Ciao Franca, io chiamerei i Vigili Urbani e “cercherei” di far rispettare l’ordinanza… non vedo altre soluzioni, se il ristoratore non ragiona… saluti, miacis.

  13. grazie caro ministro, ma purtroppo bisogna fare ancora di più perchè sono troppi i ristoratori e gli alberghi che rifiutano, persino campeggi. ma questo mal costume, e lo dico amaramente viene creato dai possessori di cani che non addestrano il loro animale a stare in mezzo agli altri senza disturbare e il padrone non raccoglie lo sporco fatto. sino a quando tutti i possessori non si saranno civilizzati a questo sarà difficile ottenere di più. quindi più controlli ovunque e multe (assumere guardie cinofile anche da pensionati non sarebbe una cattiva idea, visto che la pensione non basta) un piccolo contributo farebbe comodo a loro e alla società. grazie x l’attenzione

    • roberta Says:

      Hai perfettamente ragione, spesso sono i padroni a far cacciare i cani. Io proporrei un corso per tutti i possessori di cani in modo da insegnargli l’educazione …

  14. MICHELA Says:

    grazie di cuore Ministro, a nome di kiki la mia cagnolina. Spero tutto questo diventi possibile il prima possibile!

  15. Cecilia Says:

    L’ordinaza era attesa da tanto tempo. Ora la si dovrebbe rendere obbligatoria anzichè subordinarne l’applicazione alla discrezionale adesione dei Comuni!! Gli esercizi comerciali di Palermo nel 70% dei casi vi si conformano (no solo per amore verso i cani ma anche in relazione al riscontro in termini di incasso), ma vi è un residuale 30% che, seppur con imbarazzo, mostra di non gradire la presenza dei cuccioloni pelosi all’interno dei negozi. Io li snobbo, rifiutandomi di versare il mio denaro nelle loro casse, ma non so quanto ciò sia sufficente.
    Cordiali saluti da Cecilia e Gaia!!

    • Ciao Cecilia..hai proprio ragione..sono.daccordo con te…intanto cominciamo ad uscire senza comprare e facendogli la solita romanzina..piano piano le cose cambieranno.
      Ciao da Enzo Aron e Fiona..mi sa anche che ci conosciamo ; )

  16. Caterina Says:

    Vivo in Sardegna posseggo un boxer ben educato a stare in mezzo alla
    gente in quanto viaggia sempre con noi.
    Ieri in un centro commerciale (quasi l’unico in Sardegna dove i cani sono accettati)la guardia giurata mi ha invitato a mettere la museruola al mio cane, ed oggi in un ristorante non ho potuto farlo entrare in quanto il ristoratore temeva la multa di un eventuale controllo.
    Senza considerare che l’unico traghetto che accetta gli animali nelle cabine e negli spazi interni e’ SOLO la Sardinia Ferries (francese) , con tutte le altre compagnie di navigazione sei costretto a stare negli spazi esterni.Quando tutti i Comuni si adegueranno a fare rispettare gli animali? Saluti Caterina

  17. Massimiliano da Pordenone Says:

    Era proprio ora!!!!!!!!!Posseggo un rottweiler femmina che sicuramente è più pulita ed educata di molti animali bipedi che conosco ai quali però non erano vietati gli ingressi nei locali pubblici.

  18. vorrei sapere se la Regione Umbria abbia o meno aderito……mio padre è entrato in un ufficio postale di terni con uno dei nostri 2 cani ed è stato cacciato.

    • Buongiorno, in merito alla sua domanda dovrebbe richiedere informazione presso gli uffici comunali, se le regioni e le provincie aderiscono ad iniziative ministeriali esisteranno delle circolari inviate ad i vari comuni…
      saluti e Facciamo valere i loro diritti…

  19. EVVIVA!!! PERFETTO PURCHE’ GLI UMANI CHE LI ACCOMPAGNANO SIANO MUNITI DI SACCHETTO E SI DEGNINO DI RACCOGLIERE QUELLO CHE I NS. AMICI CUCCIOLOTTI NON POSSO FAR A MENO DI FARE!!!

  20. Marina Brunello Says:

    Abito a Lodi piccolo centro a sud di Milano e con il mio piccolo cagnolino non sono libera di andare da nessuna parte. Ci sono poche (e peraltro da pochissimo tempo) aree chiamate” sgammbatura cani????” che purtroppo oltre ad esse piccole, insufficienti sono pure….sporche. Nei pochi spazi verdi chiamati parchi dove l’erba è spontanea e non a prato inglese non puoi attraversarli neppure con il cane in braccio.In compenso sono degli immondezzai di rifiuti urbani.E poi i” cani “sono quelli a 4 zampe!!!!

  21. Luana Masuzzo Says:

    Salve a tutti, abito a Siracusa in Sicilia. Qui più passano i giorni più aumentano i luoghi inaccessibili ai nostri amici animali….senza tenere conto delle gallerie dei centri , dove nelle brutte giornate di pioggia non è possibile fare sgranchire le zampette dei nostri amici a 4 zampe, ovviamente al guinzaglio, desso ci troviamo i divieti anche nei parchi pubblici. Ma mi chiedo se questo sia possibile? Stamattina come di consueto volevo portare il mio piccolo pechinese in un piccolissimo parco che si trova vicino casa mia, ma all’ingresso ecco che campeggiava quell’assurdo divieto “IO NON POSSO ENTRARE”…sono davvero indignata!!!

  22. Grazie ministro Brambilla x quello che ha fatto per i nostri amici animali!!!!!!11

  23. IN PRATICA QUESTA ORDINANZA NON SERVE A NULLA, ESSENDO LASCIATA AL LIBERO ARBITRIO OGNI RISTORATORE E CO, A SCANSO DI EVENTUALI (SPESSO IMPROBABILI) PROBLEMI VIETA L’ENTRATA DEL CANE E TANTI SALUTI! e FIGURIAMOCI SE I COMUNI ADERISCONO IN MASSA, POI… pROPRIO OGGI MI HANNO CACCIATA DA UN BAR… E C’è POCO DA DIRE, PURTROPPO.

  24. Avv. GianCarlo Lima Says:

    Straordinario! Complimenti vivissimi al Ministro Brambilla che ha dimostrato, e seguita a dimostrare, di essere non solo una donna affascinante, bensì un politico sensibile, avveduto e molto preparato.
    Il tutto alla faccia dei soliti denigratori qualunquisti ed ipocriti.
    Mi auguro che prosegua in questa direzione, specialmente per i nostri amici animali, per i quali vi è ancora molto da fare. Io ed il mio Studio siamo a disposizione per eventuale supporto.
    Avv. GianCarlo Lima – Roma

  25. Enrico Says:

    ma la legge comprende anche i campeggi estivi

    • Ciao Enrico, come già spiegato non è proprio una legge, è un’ordinanza che può essere messa in vigore a discrezione dei comuni (purtroppo). Ma a quanto ne so io sono molti i campeggi che permettono l’entrata di animali, normalmente con un costo che si avvicina a quello di un bambino. saluti, miacis

  26. moreno Says:

    DA QUATTRO ANNI SONO ALLERGICO , DEVO RICORRERE A CORTISONICI ECC. …NON LO AUGURO A NESSUNO !!!!!!
    …….IO STO FUORI ?

  27. stefania torda Says:

    questa mattina 24 marzo,sono stata cacciata dall ufficio postale di largo arenula perche con me avevo un barboncino,alora la legge brabilla dove e valida. grazie

    • Ciao Stefania, come scrivevo già a Vincenzo quella sugli animali nei luoghi pubblici è un’ordinanza la cui applicazione è a completa discrezione dei comuni, le amministrazioni possono metterla in pratica o no… purtroppo… saluti, miacis

  28. moreno Says:

    …non è proprio una legge, è un’ordinanza ai comuni che possono o non possono firmarla. Il comune di Torino ha aderito e volendo si può andare a leggere il modulo : il punto tre sarebbe già chiaro per non poter applicare tale ordinanza, ifatti dice che l’introdurre l’animale nei posti pubblici non deve arrecare danno agli altri , io sono allergico quindi …
    Secondo me sono le solite cose , se si volesse risolvere il problema nel rispetto di tutti basterebbe dedicare a chi ha gli animali spazi appropriati :per esempio sui treni vagoni derdicati ( e dedicati altri agli allergici, come è nel nord Europa ) ; le spiagge pure , gli allergici almeno potrebbero saper dove andare ; i giardini proporrei come comunque ho già visto degli spazi appositi. e così via , ma sopratutto nel rispetto di tutti. Mi permetto di suggerire alle associaziioni animaliste di pregare i soci ad essere educati nel rispetto degli altri , che poi è solo questo che fa scatenare le varie “battaglie”.
    Per finire un posto pubblico è per definizione un posto dedicato al pubblico appunto , per pochi minuti i possessori dell’animale potrebbero benissimo lasciarlo fuori , magari in uno spazio attrezzato ed adeguato.
    Cordiali saluti.

    • Ciao Moreno, rispettiamo tutti i punti di vista, e il tuo è sostanzialmente giusto, ma per noi nel “pubblico” sono compresi anche gli animali, io non “lascio fuori” il mio cane, o entra anche lui o non entro nemmeno io, e a “scatenare le varie battaglie” è soprattutto l’intolleranza e l’insensibilità nei confronti dei nostri amici a 4 zampe… saluti, miacis

  29. moreno Says:

    Ciao Miacis, ..il mio non è un punto di vista , è una neccessità , ho avuto cani e gatti fino a quando mi si è presentato questo problema , penso di essere l’ultimo ad essere insensibile od intollerante , sicuramente il confronto ed il dialogo sono la strada giusta per costruire qualche cosa di accettabile per tutti .

  30. paola miranda Says:

    La Signora Brambilla è ormai diventata l’angelo terreno dei nostri amici a 4 zampe ma mi rammarico dover dire che se si continua a non fare applicare le sanzioni ai trasgressori della legge, e aimé vene sono ancora molti, le nuove normative passeranno presto nel “dimenticatoio” e ci ritroveremo al punto di partenza….lo si sa, purtroppo in Italia ognuno fa un pò come ben gli sembra!
    Comunque, sei Grande Brambilla!!!!

  31. merler marco Says:

    Caro ministro Brambilla come faccio ad iscrivermi al suo sito per dar opportunità agli amici con quattro zampe di entrare anche loro nel mio ristorante?le invio Ristorante alla galleria marone brescia

  32. VORREI SAPERE SE QUESTA ORDINANZA VALE ANCHE PER IL FRIULI VENEZIA GIULIA

  33. FINALMENTE! !!!
    Un aiuto concreto per combattere l’abbandono dei nostri compagni di vita.
    Vorrei comunque chiedere se sapete se prima o poi anche le compagnie di navi da crociera prenderanno atto e trovino delle soluzioni per portare i nostri amici con noi.
    Infine sapete se il comune di latina ha aderito

  34. cristina frigoli Says:

    Ringrazio di cuore il Ministro Brambilla per l’iniziativa presa sugli animali d’affezione. Sono certa che questa legge servirà anche a combattere il randagismo. Grazie, grazie, grazie!
    cordialità,
    cristina frigoli

  35. vorrei sapere gentilmente se il comune di CAORLE ha aderito, in quanto avendo la casa al mare purtroppo in estate non mi è permesso di portare il cane con me in spiaggia e lo devo lasciare in casa oppure rinunciare alla spiaggia,(copsa che faccio regolarmete). dovrebbero fare come alcune spiagge che hanno adibito un pezzo di spiaggia attrezzata per coloro che hanno i cani. grazie comumque per l’ordinanza del ministro BRAMBILLA.

  36. salve a tutti,da alcuni anni gestisco un ristorante pizzeria ,dove spesse volte si presentano clienti con cani al seguito,un giorno festivo si presenta una signora con un cane di piccola taglia,circa un chilo e mezzo di cane,
    la signora al momento di mangiare il suo primo piatto ,metteva la pasta in un bicchiere e successivamente faceva mangiare la pasta al cane direttamente dal bicchiere. da quel giorno ho affisso il cartello col divieto di ingresso agli animali.ma in questo caso e’ animale il povero cane ,o e’ piu’ animale la padrona ? che ne pensate?

  37. Prima di tutto voglio dire che il lavoro portato avanti da chi si occupa di maltrattamento sugli animali è sicuramente da rispettare ; noto una cosa, due interventi che portano in campo il problema delle persone allergiche sono stati pressochè ignorati. Io capisco che chi non soffre di allergia non può rendersi conto di cosa voglia dire vivere con questa patologia, non sto parlando di uno starnutino , le allergie gravi portano a crisi respiratorie che possono portare a serie conseguenze. La FEDERASMA con una lettera al ministro della salute Fazio fà presente ciò. Consiglio uno sguardo al sito di FEDERASMA . Grazie

    • Ciao Moreno, cosa pretendi che facciamo? chiediamo alla Ministra Brambilla di fare marcia indietro dandoci la zappa sui piedi? I commenti non sono stati ignorati visto che sono stati pubblicati, devi capire che essendo noi animalisti “tifiamo” per gli animali… se poi la mettiamo in termini di percentuali credo che per ogni persona con problemi analoghi ai tuoi ce ne siano mille che quando vanno nei negozi, nei ristoranti o in vacanza non sanno dove lasciare il proprio animale, lo si evince anche dai commenti a questo post… 42 persone felici per l’ordinanza e 2 contrarie… non siamo noi a doverti dare delle risposte mi sembra abbastanza lampante… saluti, miacis

      • Ciao Miacis so di esser ospite qui e Vi ringrazio sincaramente dello spazio che mi concedete. Secondo me l’ordinanza è formulata in maniera dubbia , non sono un giurista ma già dando un’occhiata ai codici costituzionali 3-32-582-590 e in casi estremi all’atrticolo 589 ce ne sarebbe da discutere. Ricredersi su un concetto che può essere corretto non lo ritengo darsi <>, anzi . Io qualche proposta l’ho fatta nei messaggi precedenti, ripeto, una soluzione che accontenta tutti ci renderà la convivenza più serna

  38. direi che dovremmo adeguarci al resto dei paesi evoluti europei, per esempio l’austria o l’inghilterra! Brava Brambilla ma la lotta non è finita!!!

  39. NADIA DEMILIANI Says:

    PROPRIO OGGI NON SONO STATA ACCETTATA IN UNA PIZZERIA DOVE SI SVOLGEVA UN COMPLEANNO DI UN PARENTE PERCHè AVEVO UNO yORKI DI 2 KG.

  40. LOTTERO’ FINO ALLA MORTE
    CARI AMICI QUESTA E’ UNA NOTA CHE NON AVREI MAI VOLUTO SCRIVERE DA DOMANI INIZIERO’ LO SCIOPERO DELLA FAME,CONTRO IL SINDACO DI LAUREANA DI BORRELLO CHE DA MESI,MI STA PERSEGUITANDO CON ORDINANZE ED INSULTI DI QUALSIASI TIPO LA 2 ORDINANZA MI OBBLIGA AD ALLONTANARE I MIEI CANI ENTRO LUNEDI’ DIVERSAMENTE,INTERVERRA’ CON LE FORZE DELL’ORDINE.NON MI HA DATO NEPPURE IL TERICORSO AL TAR TRAMITE IL MIO LEGALE,GLI HO COMUNICATO CHE AVREI OTTEMPERATO ALLA 2 ORDINANZA MA DI DARMI TEMPO FINO A SETTEMBRE X POTER RISTRUTTURARE UNA CASA CHE HO ACQUISTATO IL 28.6.2011 ALLEGANDO ALLA DOMANDA ANCHE L’ATTO NOTARILE.STAMATTINA I VIGILI MI HANNO PORTATO UNA ULTERIORE ORDINANZA DOVE IL SINDACO MI COMUNICA IL RIGETTO ALLA MIA RICHIESTA. IO MI SONO RIFIUTATA DI FIRMARE . INIZIERO’ LO SCIOPERO DELLA FAME X TUTTI QUESTI MOTIVI,PREFERISCO MORIRE MA NON STRISCIARE DAVANTI AD UN PERSONAGGIO CHE NON MERITA NEPPUREI UN COMMENTO…TANTO SI COMMENTA DA SOLO LA MIA PAGINA FACEBOOK,RESTERA’ APERTA OGNI TANTO QUALCUNO VI FARA’ AVERE MIE NOTIZIE SE DOVESSE ACCADERMI QUALCOSA DI BRUTTO,SAPPIATE CHE SONO ORGOGLIOSA DI TUTTO CIO’ CHE HO FATTO FINO AD OGGI X I PELOSI. VI RINGRAZIO TUTTI X AVERMI SOSTENUTA IN TUTTO QUELLO CHE HO FATTO…GRAZIE DI CUORE A TUTTI VI ABBRACCIO TUTTE,CON GRANDE AFFETTO NON SO SE QUESTO SARA’ UN ARRIVE3DERCI,O UN ADDIO FRANCESCA SORRENTINO FATE GIRARE QUESTA NOTA TUTTI DEVONO SAPERE GRAZIE
    Di: Francesca Sorrentino le potete vedre su fb,,cordiali saluti luana

  41. GRANDE MINISTRO BRAMBILLA!!!!!!GRAZIE!!!!!!GRANDISSIMA LEZIONE DI CIVILTA’

  42. qualcuno mi sa dire se la regione umbria ha aderito a questta iniziativa? graziee

  43. simonetta santandrea Says:

    non a senso fare l’accesso dei cani alle spiagge poi non possono entrare in acqua per le ordinanze dei comuni.ci devono essere delle spiagge apposite per poter fare il bagno con loro
    gli unici posti che ci sono non si rischia di prendere qualsiasi malattia vicino a foci di fiumi o darsene fareste il bagno li zone Ravenna non a senso portarli in ferie cosi

  44. ciao a tutti sono in ferie in friuli da una settimana con i miei 2 bassotti una di 8 kg e una di 4 kg…. Fino adesso tutto ok siamo andati al mare nella spiaggia per cani a gradotutti gentili e carini ma stasera avendo prenotato in giardino al ristorante befed a trieste non ci hanno fatto entrare nemmeno con il trasportino!!!! Si dovrebbero vergognare!!!! Non capisco questa legge quando ka mettoni in atto in tutti i comuni di italia?

  45. patrizia Says:

    anche a me è stato vietato di portare il mio cane [10kg] in campeggio a torre del lago speriamo che questa legge sia valida anche a viareggio.

    • ciao Patrizia, non c’è una legge nazionale che vieta l’ingresso ai nostri amici a quattro zampe,comunque se vivi in Toscana leggi questa Legge Regionale la n.59 del 20/10/2009 all’art.21 ciao Marco

  46. doriana Says:

    Il bowling di via monginevro questa ordinananza non l’ha ancora letta

  47. salve sono una maestra di pattinaggio sto tenendo una cucciola di tre mesi taglia piccolissima e di una mia amica purtroppo non so dove lasciarla allora o dovuto portarmela dietro e mia mamma la tiene dove lavoro , pero oggi siamo state insultate e offese , premetto la cucciola che era in braccio a mia manna in una copertina questo signore dice che i cani non possono stare in una struttura come il palazzetto ,gli o spiegato che c’ è una legge dove i cani possono entare mi dite dve trovo la normativa cosi la stampo , purtroppo c’è molta ignoranzae cosa posso fare contro l ignoranza delle persone grazie

  48. susanna franceschetti Says:

    Purtroppo quasi in tutti ilocali pubblici della provincia di Milano, posta, comune ecc, non si potrebbe entrare con il cane. E’ capitato anche a me nel comune di Cormano dove abito. Io, in cinta di 8 mesi sono stata messa alla porta da una zelante impiegata. Solo che mi sono rifiutata e sono rimasta seduta al mio posto con il cane! Quindi W il provvedimento del Ministro Brambilla. Abbiamo ancora tante battaglie di civiltà da combattere, pero’ la differenza è che se i cittadini vogliono sensibilizzare e spronare la giunta del proprio paese, ora ha strumenti per farlo. Bisogna essere tenaci, scrivere a giunta ed opposizione e magari dopo due o tre anni qualche cosa succede……CHE PAZIENZA!!!!

  49. ieri sono stata in un centro commerciale a catania,si chiama alle porte di catania sono stata letteralmente buttata fuori perche in compagnia della mia cagnolina milly……..la domanda e possono farlo vista la nuova legge??vi prego di darmi informazioni dettagliate in quanto ho intenzione di intraprendere azioni legali nei confronti del direttore…grazie

  50. era veramente ora!!!!!! assurdo che a milano potevano salire sui mezzi pubblici solo cani di piccola taglia e guarda caso solo i cani da caccia in alcune ore della gionata, sarebbe ora di permettere l’ingresso ai cani anche in tutte le spiaggie e consentire loro di fare i bagni, sono 10 anni che faccio le ferie in corsica pur di far star bene anche il mio cane, visto che li puo’ giocare in spiaggia e fare bagni libero!!!!!!! stranamente i nostri cani cani vengono considerati aggressivi piu’ in italia che all’estero. ma quando cresceremo???
    loro dovrebbero essere piu’ liberi e noi piu’ responsabili!!!!!!! al ministo brambilla va tutta la mia stima…………

  51. Alla faccia della legge Brambilla, sabato scorso a Padova, siamo state malamente cacciate fuori dalla pizzeria “Al Borgo” in via Luca Belludi xkè la nostra piccola e buonissima (nonkè lavatissima) yorkshire non era ben accetta!!! In un’altra occasione sempre a Padova nel centro, non riuscivamo ad andare per lo stesso motivo a pranzare o prendere dei tramezzini, al bar d’angolo difronte Ospedale vecchio,circa due anni fa il gestore ha minacciato di tirarci dietro uno sgabello!!!!…dopo varie peregrinazioni,in pieno luglio alle ore 13, sfinite finalmente solo in piazza Duomo, sotto i portici, finalmente in un caffè ci hanno accolto con la nostra cagnetta!!!Tutt’0ra negli autogrill dell’autostrada A27 e A4 sono esposti e fatti notare i cartelli che vietano l’accesso ai cani!!! Come si può pretendere di lasciare in auto sotto il sole il proprio animale???….come si può far rispettare la Legge Brambilla???Grazie!

    Replica

  52. io sono allergica a tutti i pollini (graminace comprese) … eppure non chiedo il disboscamento di nulla, sono allergica a gli ulivi, e abito in un paese che vive quasi esclusivamente di olio d’oliva , che faccio chiedo al comune di tagliare le piante??? no, mi prendo antistaminici e cortisonici da 22 anni e non ho mai scassato nessuno… speriamo che tutti i comuni aderiscano, i cani hanno piu diritto di entrare di tante persone di mia conoscenza…
    NON HO MAI VISTO UN CANE SPACCARE TAVOLINI, RUBARE BICCHIERI, IMPORTUNARE IL BARISTA… QUINDI CHE BEN VENGANO… IL MIO LOCALE E APERTO DA 10 ANNI A GLI ANIMALI E NON E MAI SUCCESSO NESSUN INCIDENTE!!!

  53. roberta Says:

    Salve oggi mi sono recata la cimitero del mio paese con i miei 2cagnolini mi è stato detto di uscire che entrare con i cani è una mancanza di rispetto verso i defunti poi mi hanno fatto notare il divietto di entrare ai cani , lo ho rispettato gli ho lasciati fuori con mio marito ma sono schifata come possono gli animali perdere di rispetto ai defunti????spiegatemelo!!!!Ma poi non cè un decreto legge della brambila che consente la libertà ai cani di entrare nei luoghi pubblici?e il cimitero non lo è?

  54. Ciao a tutti… quindi se io domenica volessi andare a fare shopping a Milano posso andare con la mia cagnolina che mi fanno entrare liberamente in qualsiasi negozio?anche in libreria??
    Grazie in anticipo per la risposta
    Ciao a tutti amici a 2 e a 4 zampe =)

  55. vicini alain Says:

    perchè non possiamo entrare nei campeggi… QUASI TUTTI I CAMPEGGI SONO SU TERRITORIO DEMANIALE E PAGANO AFFITTI RIDICOLI MA INCASSANO TANTO ANZI TANTISSIMO.

  56. Alessandra Says:

    Io sono stata ieri al centro Fiordaliso a Rozzano ed il mio labradorino e’ entrato ne carrello con il materassino ed al guinzaglio, ma non ho avuto problemi (erano ciomunque le 20.00 di lunedi sera). Sono stata alla polentoteca a Bellaggio, all’osteria Montalbano a Lecco ed al fornaio a Bergano alta e Ciccio e’ entrato senza difficolta’. Grazie a questi esercizi che ci permettono di “vacanzeggiare” ogni tanto!!!

  57. Un paio di domeniche fa sono andato a far colazione in un ambiente dove NON ci sono divieti per gli animali, avevo appena ordinato quando una giovane coppia è entrata con un cagnolino al seguito, ho preso capuccino e brioche e ho fatto per uscire, il ragazzo mi ferma e mi chiede se soffro di allergie, rispondo di sì e gli dico che sarei uscito a far colazione fuori; (si è svolto tutto con tranquilità e gentilezza da ambo le parti) , a questo punto il ragazzo mi dice : assolutamente no, usciamo noi, hai tutto il diritto di startene un attimo in pace.
    L’ho ringraziato e ci siamo salutati cordialmente.
    Ci sono sempre più persone che soffrono di allergie, tanto è che quando si progetta un’area verde si pone molta attenzione ai tipi di piante da mettere proprio per venire incontro il più possibile a tali problemi; naturalmente è complicato, ma si fa il molto per tutelare chi soffre, perchè la salute è un diritto fondamentale.

    • Ciao Moreno, anche andare ovunque con il proprio animale è, secondo noi, un diritto fondamentale… saluti, miacis

      • Ciao Miacis

        …solamente che il diritto alla salute è tutelato dalle convenzioni internazionali per legge.
        E’ uno dei diritti fondamentali dell’uomo !… e comunque l’ordinanza della Brambilla è chiara anche su questo !

        Mi ripeto, la soluzione và cercata nel rispetto di tutti; per esempio ora sui litorali vengono riservate delle aree apposite per chi vuole andare al mare con il proprio animale, niente in contrario, anzi secondo me è la soluzione che accontenta tutti, dovrebbe essere estesa ai locali , ai giardini, ecc

        Saluti
        Moreno

  58. ringrazio il ministro Brambilla di quello che sta facendo per i nostri amici a quattro zampe.
    Direi che più che amici sono quelli che vivono nelle nostre case perchè diventano uno di noi e guai a chi li tocca.
    Io ho sempre con me (eccetto al lavoro) il mio cane, la mia piccola KIKKA di sei KG.
    E’ una trovatella maltrattata ma ora sta molto bene.
    La porto ovunque io vada, entro nei negozi, nei bar, negli alimentari, in auto….
    Ho notato però che ancora c’è da fare moltissimo…
    In vacanza vado sempre nei campeggi con il camper, mezzo utilissimo ma molti campeggi non sono disponibili ad accettare i cani, poche spiagge adibite ai cani, molti locali dove ancora c’è il divieto di fare entrare i cani.
    Tante campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono dei cani, ma spesso una delle cause è proprio questa.
    I cani di piccola taglia spesso nei locali stanno in collo al padrone come faccio io o al guinzaglio corto, il buon senso del padrone è proprio legato all’educazione di se e del proprio animale.
    quindi perchè vietare ancora l’ingresso dei cani nei locali pubblici?
    Poi volevo ancora sapere perchè non riesco a trovare una legge precisa dove i cani possono avere questo diritto?
    In Italia la legge non è uguale per tutti?
    Quindi per quale motivo ogni esercente pubblico fa ciò che vuole del proprio locale? Overo in alcuni ci sono cartelli di divieto e in altri no, benchè dello stesso paese o regione?
    Ringrazio inoltre il sud perchè su questo problema ha la mente più aperta rispetto ad altre regioni.

    Ministro Brambilla FACCIAMO ANCORA!!!!!!

    SALUTI A TUTTI

    LUANA

    • Io ho un cane grande mole e finora non ho avuto problemi particolari nei ristoranti e luoghi pubblici… ovviamente evito di andare dove è espressamente vietato. Il mio cagnone non si muove da vicino alla mia sedia è abituato da quando era cucciolo e non chiede cibo.. Cosa che trovo veramente fastidiosa e che potrebbe dar fastidio agli altri avventori. Credo che moto dipenda dall’educazione che viene data dal padrone.
      A me dà molto fastidio vedere cagnolini tenuti in braccio al ristorante e vedere che mangiano dal piatto del padrone… non vi vorrebbe molto ad evitare queste pratiche, si può dare poi a csa in tutta tranquillità. :-)

  59. e come la mettiamo con trenitalia? per poter prendere un treno e andare a Roma con il mio cane ci metto quasi un giorno con enorme disagio per me e il mio cane… dovrebbe poter viaggiare con me sul treno più veloce, in modo da non dare alun disturbo e soffrire meno. Ovviamente Trenitalia se ne frega e nessuno fa nulla! Lo sporco e le pulci non provengono dai cani .. se poi il viaggio dura poco è ancor meno probabile.. Spero che l’onorevole prenda in seria considerazione il disagio di chi, come me, abita in provincia e deve prendere il locale per recarsi a Milano (nel mio caso) e in questo caso è proibito viaggiare con il cane.. conseguenza che non posso prendere treni per andare a Roma con il cane a meno di morirci sopra.

  60. giovanni blanco Says:

    proprio oggi sono andato a pranzo all agriturismo Il Boschetto a Coppito (L’Aquila) con mia moglie, due figli ed il cane di taglia nana ovviamente al guinzaglio. Mi han fatto accomodare e servito gli antipasti. Il cane accoccolato sotto il tavolo nella più totale immobilità. Nell’attesa dei primi mia figlia è uscita cola bestiola. Al rientro è stata bloccata e noi siamo stati cacciati fuori. Nella discussione e a mia richiesta la “padrona” ha asserito che se fosse entrato un non vedente con cane accompagnatore anche questo sarebbe rimasto fuori. Ho ovviamente pagato gli antipasti consumati. Ho fatto male a non chiamare i vigili?????

  61. Quindi in teoria possiamo entrare nei parchi dove espongono il cartello “vieto l’accesso ai cani anche condotti al guinzaglio”?? E se mi dicono cose del tipo “esci con quell’animale qui non puoi entrare” che faccio?? Io sono a Città di Castello ( Perugia )

  62. ciao
    io devo dire che vivendo a Roma , l capitale , incontro ancora tantissimi problemi nei ristoranti ma cosa piu assurda mi e successa al centro commerciale Roma Est che dopo essere entrata con il trasportino ed invintata dagli stessi negozionanti a metterlo giu ( un bassotto a pelo ruvido di 4 kg e mezzo) perche non avrebbe disturbato dopo un po uno della sicurezza mi ha invitato a tirarlo su perche non si poteva tenere il cane giu e gentilmente gli ho chiesto come mai i negozi lo facevano mettere giu e invece sul percorso che unisce i vari shop ( e ‘ ironica come cosa) non si puo …loro lo sai cosa hanno fatto??? mi hanno portato in ufficio a parlare con il capo della sicurezza..assurdo un altra regione molto chiusa con icani e la Sardegna ( es Auchan di olbia nenache con il trasportino chiuso) mentre devo dire che dovemi sono trovaa sempre bene e la Toscana mai avuto problemi

    saluti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 154 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: